COS’È?

L’organico è tutto quel materiale di scarto che produciamo in casa con gli avanzi del pranzo e della cena o quando ci prendiamo cura delle nostre piante e del nostro giardino, potandole e rinnovando il terriccio.


DOVE POSSO GETTARLO?

Nel contenitore con il coperchio marrone che indica la scritta “ORGANICO”.

  • Scarti alimentari
  • Fiori e piante
  • Tovaglioli di carta
  • Terriccio
  • Scarti di tè e caffè
  • Tappi di sughero
  • Stuzzicadenti
  • Fiori finti
  • Assorbenti e pannolini
  • Cosmetici
  • Spugna
  • Scontrini
  • Liquidi di qualunque genere
  • Carta oleata per forno
  • Medicinali scaduti

Ricorda che

Per raccogliere i tuoi rifiuti organici rimuovi sempre tutte le impurità inorganiche e utilizza sempre e solo le buste biodegradabili che hai ricevuto nel kit, di cui puoi rifornirti presso il centro di raccolta.

 

Dizionario dei Rifiuti

Scarica in formato PDf il dizionario dei rifiuti per differenziare al meglio.

Facciamo il Compost

In natura, le sostanze organiche non più “utili” (come residui di cibo, foglie secche, ecc.) si decompongono grazie ai microrganismi (funghi, batteri) e diventano humus per la terra. L’humus, rilasciando lentamente azoto, fosforo, potassio e altre sostanze nutritive per le piante, assicura la fertilità del suolo.Con il compostaggio dei rifiuti organici, si può replicare questo processo naturale e produrre compost.

I vantaggi del compostaggio domestico:

 

  • Gestisci meglio i rifiuti e ne produci di meno
  • Riduci l’inquinamento
  • Fai bene al tuo orto e ai tuoi fiori
  • Contribuisci a ridurre le spese per smaltire i rifiuti

La Compostiera

La Compostiera domestica è la soluzione più pratica per fare bene il compostaggio domestico in giardino ed è l’attrezzatura adatta per chi vive in paese o in città.

  • Avanzi di cucina: residui di pulizia delle verdure, bucce, pelli, fondi di tè e caffè, gusci di uova frantumati, avanzi di cibo;
  • Scarti del giardino e dell’orto: potature, foglie secche, fiori appassiti, gambi, erba;
  • Altri materiali biodegradabili: carta non patinata, cartone, trucioli di legno non trattato.

Foglie di piante resistenti alla degradazione: magnolia, lauroceraso, noce, castagno, aghi di conifere (occorre miscelarli con i rifiuti più facilmente degradabili).

  • Legno verniciato e carta patinata
  • Polvere da pulizia della casa
  • Tutti i materiali non elencati

Ricorda che

Alle utenze che ne faranno richiesta, sarà consegnata, in comodato d’uso gratuito, una compostiera domestica insieme al manuale per fare un ottimo compost per piante e orto.